25/04/09

Signorina Wilson - Insetti 6-0 6-0

La primavera è ormai visibile anche agli occhi della Signorina Wilson che, per contro, disperava ormai di sentirne il profumo, coperto da quello dell'asfalto bagnato dalla troppa pioggia.
Ma anche di quella, sosteneva, c'era bisogno...s'intende, purché non dovesse giocare a tennis all'aperto!
Dicevamo della primavera...bella, profumata, mese dalle fioriture migliori, del risveglio...del risveglio..."Del risveglio?!?! Santi Numi...San Gennaro!!".
Quale assurdo motivo poteva allarmare la quieta Signorina Wilson? Nessuna allergia (...solo gli acari potevano turbarla...ma quelli, si sa, non sono stagionali...), nessuna particolare irritazione,..ma solo una sottile acredine verso quei deliziosi essere volanti: verdi, neri, gialli, zampe lunghe, zampe corte, ovali, allungati...
"Troppi, decisamente troppi per poterli pensare tutti assieme!!".
La porta affacciata sulla chiostra della sua casina era, ormai da giorni, l'ingresso principale di quest'onda barbarica di ali e zampette..
Qualcosa doveva pur essere fatto...ecco il pomeriggio della Signorina Wilson: una bella e pressoché invisibile retina avrebbe reso l'ingresso impenetrabile anche alla più audace delle creature!
A lavoro finito il sorriso colora nuovamente il suo volto.
Con voce sottile ma decisa dice: "Signorina Wilson - Insetti: 6-0, 6-0!!".

0 commenti: