06/08/09

Nubi in dissolvimento...

Ultimi cento metri, la linea del traguardo era vicina, la vedeva con i propri occhi: bianca e assolutamente perpendicolare alla sua direzione di marcia!

La Signorina Wilson: zaino alle spalle, computer a tracolla e borsetta continuamente sul punto di scivolare dalla sua spalla destra, vedeva le porte del treno aperte anche per lei.
I chilometri che la tenevano lontana da Luminaria, si sarebbero via via consumati sulle due linee ferrate sulle quali correva la Freccia Rossa delle 17 e 3o.
Era un giorno importante. La sveglia dell'indomani l'avrebbe introdotta in un mondo adagiato su ritmi ben diversi dagli usuali. Nell'ordine avrebbe:
  1. fatto colazione la tazza a righe colorate ricolma di latte;
  2. giocato a tennis;
  3. ri-giocato a tennis;
  4. ...forse ancora tennis...;
  5. ...
  6. ...
  7. ..
  8. Praga...
...ovvero il sogno della prima vacanza insieme al suo amore più grande...

Il mondo incorniciato dal finestrino del treno cambiava rapidamente aspetto, almeno tanto quanto le nuvole, in evidente dissolvimento, sulla testa della Signorina Wilson.

2 commenti: