06/01/10

La nuova Wilson

L'ultimo giorno di ferie la Signorina Wilson lo avrebbe trascorso con le mani tra i soliti bagagli, già parzialmente riempiti per la partenza, l'indomani, a Crepuscolo e tra sospiri farciti con doppio strato di festeggiamenti.

Doppio perché, per una strana casualità, la madre della Signorina Wilson aveva messo al mondo lei e sua sorella a distanza assai ravvicinata: un anno e quattro giorni di differenza.

Così il 5 ed il 9 Gennaio sarebbero collassati in un unico, ed alquanto impersonale, giorno di compleanno.

Ma nel 2010 quella sovrapposizione di date non l'avrebbe disturbata. La sua attenzione nasceva e si esauriva completamente in due punti: il primo, immaginabile, la casina nuova, il secondo, meno ovvio, l'uscita della nuova Wilson!

Cioè, non una nuova Signorina Wilson, ma una nuova racchetta Wilson!

L'aveva vista in anteprima e l'amore era sbocciato, esploso, si era insinuato tra i suoi capelli, scivolato sulle mani regalandole un desiderio bramoso, spasmodico, irriducibile e bruciante di poterla stringere tra le sue mani...

Avrebbe atteso questo momento.

E sarebbe arrivato.

Certo che sarebbe arrivato...

5 commenti: