01/08/10

Howl's Moving Castle

Come era possibile preservare l'ultimo sottile strato di tessuto che separava, ancorché proteggere, la pelle della Signorina Wilson dal mondo che la circondava?
In quelle giornate la punta dell'indice destro e sinistro si erano insinuate con prepotenza e sistematica ripetitività nelle sue orecchie per permetterle di non sentire.
Avrebbe voluto poter compiere un'azione altrettanto semplice per arrestare anche le frequenze di un dolore pallido, ancora non bene identificato, compreso, accettato, concretizzato...
Ma era lì, e aveva gonfiato le nuvole nel cielo che gravava sopra la sua testa.
La ricerca del silenzio arrestava la sua corsa solo sulle note di un valzer dalla firma orientale...il riflusso di quei suoni stava portando lentamente alla deriva la marea di insoddisfazione appesa all'ombra della Signorina Wilson.



4 commenti: