03/02/11

Mai dire mai...

Di tempo ne era passato decisamente tanto da quando la Signorina Wilson aveva deciso di annotare qualcosa sulla sua bacheca...e ciò non certo a causa di una improvvisa calma piatta, quanto piuttosto per un crescendo di impegni, doveri, piaceri e pensieri che avrebbero arrestato il loro corso anche se filtrati nel più generoso degli imbuti!

"Mai dire mai"....sorrideva la Signorina Wilson al solo pensiero.

Sì, era il caso di dirlo, la proverbiale sicurezza nelle sue posizioni mai aveva ricevuto un colpo di coda così grande, per quanto piacevole ed incredibile, come durante le recenti festività natalizie.

Per ragioni a Lei ignote il pensiero di sorvolare l'oceano l'aveva sempre lasciata completamente indifferente. Tale stato d'animo nasceva non certo per totale mancanza di paura a favore di un'inattesa spavalderia, quanto piuttosto, dall'impossibilià oggettiva di poter intraprendere un viaggio che avesse come mèta un puntino collocato "nell'altra parte del mondo".

Ma il Caso, scelta che ebbe la fronte da baciare, avrebbe fatto i conti con l'inebetita faccia di chi avrebbe visto sconvolta la sua vita per sempre!!

Dal panorama incorniciato dall'oblò dell'aereo, in un batter di ciglio gli occhi della Signorina Wilson si erano ritrovati a dover mettere a fuoco: Time Square, il ponte di Brooklyn, Ground Zero, il MOMA, luci, colori, mille etnie, suoni, profumi, Veronica, Delia, Frans...e lo sguardo del suo amore più grande...si proprio Lui.

Alcuna bacheca avrebbe potuto contenere la felicità di quei giorni.
No...un Natale così la Signorina Wilson non lo avrebbe mai dimenticato.

4 commenti: